Terzo singolo & nuova collaborazione con Pharrell
Data: March 2 2014 | Autore: Monalisa | Categorie: AlbumsJustinNews | Commenti: 0

E’ ufficiale, Not A Bad Thing è il terzo singolo di The 20/20 Experience Part 2. Si può acquistare su iTunes

Inoltre, il nuovo album di Pharrell Williams, GIRL, uscirà domani e contiene un duetto con Justin. La canzone si intitola “Brand New”, ecco come è stata descritta:

Next up is the first featured collaboration, a duet with Justin Timberlake. ‘Brand New’ is pure Off The Wall Michael Jackson at the peak of his disco funk powers, with its carnal exhalations, falsetto harmonies and plucked bass notes that dance all over the fretboard before being carried away on rising horns and strings. Pharrell says the song “felt so urgent,” and it does, embodying the same surging breathlessness that both the King of Pop and JT brought to their best work.

Fonte



The Tonight Show Starring Jimmy Fallon Coverage
Data: March 2 2014 | Autore: Monalisa | Categorie: GalleryIntervisteJustinMediaNewsTourTVVideo | Commenti: 0

Photobucket



Justin al The Tonight Show
Data: February 10 2014 | Autore: Monalisa | Categorie: ArticoliJustinNewsTV | Commenti: 0

Nella prima settimana del nuovo “The Tonight Show” condotto da Jimmy Fallon ci saranno vari ospiti importanti, tra cui Justin venerdì 21 febbraio. Sarà sia ospite normale che musicale.

Source



Intervista La Repubblica per Inside Llewyn Davis
Data: February 10 2014 | Autore: Monalisa | Categorie: ArticoliFilmInside Llewyn DavisIntervisteJustinNews | Commenti: 0

In A proposito di Davis, la folle settimana di un cantante folk sulla scena del Greenwich Village in era pre-Dylan raccontata dai fratelli Coen, Justin Timberlake e Carey Mulligan interpretano Jim e Jean, coppia canora (e nella vita) che quando si esibisce, nei primi anni 60, con l’amico Troy Nelson al Gaslight Cafè, ricorda parecchio il vero trio Peter Paul e Mary, del quale non a caso cantano 500 miles from home. “Esiste anche un duo chiamato Jim e Jean, ma ci sono serviti solo per i nomi – spiega Joel Coen i personaggi li abbiamo disegnati come una versione ripulita dei cantanti folk dell’epoca”.
I Coen dicono di Timberlake: “Justin si è presentato e abbiamo pensato che, oltre ad essere un bravo attore, è un grande cantante versatile, quindi sarebbe stato d’effetto vederlo nei panni di cantante folk. Ha anche preso parte alla realizzazione della musica in toto, non solo quella che lo riguardava direttamente”, raccontano i registi. Su Carey Molligan spiegano che “in genere la vediamo in personaggi adorabili, invece ci ha mandato un video in cui era irritatissima e parlava con marcato accento americano. Ci ha colpito. E poi, sa cantare”.

Nelle interviste, in un salottino dell’Hotel Carlton, la coppia Mulligan-Timberlake è affiatata quanto nei duetti. Si comincia dalla musica.

Carey Mulligan: “Mi è piaciuto molto cantare. Lo avevo fatto in Shame, è vero. Avevo cantato New York, New York ed era stato rischioso. Ma avevamo fatto una settimana di prove e poi mi sono buttata. Stavolta all’inizio ero spaventata ma Justin è un magnifico compagno musicale, mi ha fatto sentire a mio agio. E quindi è stato bello”.

Justin Timberlake: “Beh, non è poi questa grande impresa cantare con me”.

Timberlake, com’è semplicemente tornare a suonare la chitarra e cantare, senza tutta la tecnologia di oggi?
“Io suono a volte e canto, a casa. Sono cresciuto nel Tennessee, la mia prima specie di lezione di musica quando ero davvero molto piccolo me la diede mio nonno. Mi mise una chitarra in mano, le dita sulle corde. Ed è partito insegnandomi la musica country, che nel Tennessee, da dove vengo, è il tipo di musica più connesso al folk. Ero molto a mio agio, perché è così che ho imparato a fare il musicista quindi mi sentivo nel mio. E comunque nella musica l’unica differenza che esiste è quella tra musica buona e no. E bisogna cercare di fare la prima”.

Influenze musicali nella sua carriera?
“Sono cresciuto in una città piccola e quindi non guardavo particolari star, mi piacevano le canzoni. Come al cinema seguo i film e non i divi”.

Da musicista lei non sembra aver conosciuto le disavventure del protagonista Davis.
“Beh, mi è capitato di dormire negli aeroporti. Una volta ho dormito nella lobby dell’aeroporto di Amsterdam perché ero distrutto, dovevo prendere un altro volo e non avevo i soldi per l’albergo. Faccio questo lavoro da quando ero giovanissimo e ho visto tonnellate di persone non riuscire ad arrivare. A volte sei nel posto giusto con le persone sbagliate, altre volte nel posto sbagliato con le persone giuste. Migliaia di persone non ce la fanno, pur avendo talento da vendere”.

Lei ha detto che oggi la musica è soprattutto business e calcolo.
“Io non gioco a questo gioco. Ho scelto di starne fuori. Se tu vuoi tirare fuori la tua creatività non devi dare retta a quello che ti dicono di fare. Se lavori in qualcosa in cui credi riesci a lavorare settantadue ore senza dormire. Che sia cinema o musica, l’importante è fare quel che ti appassiona, altrimenti hai già perso”.

Perché, tra tanti, voi ce l’avete fatta?
Timberlake: “Ho avuto fortuna. Ringrazio Dio ogni giorno. Per l’ispirazione che mi è arrivata e perché sono riuscito a costruirci sopra un lavoro che mi mantiene”.

Mulligan: “Anch’io penso sempre a questo. Ho avuto fortuna di lavorare come attrice e raggiungere questi livelli. La fortuna conta moltissimo”.

Timberlake, lei ha anche collaborato alle musiche del film.
Timberlake: “Conoscevo da parecchio T. Bone Burnett, il supervisore delle musiche del film, e quindi per me lavorare con lui alle musiche era un’opportunità altrettanto grande che lavorare come attore per i Coen. Siamo diventati un gruppo di amici. Ogni giorno ero con loro. Mi è sembrato di rivivere qualcosa della creatività degli anni Sessanta, anche se ovviamente è solo una mia impressione. A parte l’esibizione di The old triangle, tutte le performance sono dal vivo. Noi nel film intepretiamo una coppia di cantanti e le parti canore sono un modo in cui i nostri personaggi si relazionano. Com’è noto i Coen non parlano molto dei personaggi dei film. La prima cosa che abbiamo fatto è stato registrare le canzoni, che hanno creato una grande chimica tra me e Carey”.

Avete studiato le esibizioni del trio Peter Paul e Mary?
Timberlake: “Per i nostri personaggi Jean e Jim da soli, insieme abbiamo visto le performance di Paul e Mary.

Mulligan: “Il modo in cui Mary si muoveva e cantava ci ha aiutato. Abbiamo passato una settimana a osservare mentre cantavano le loro canzoni”.

Com’è stato l’incontro con i Coen?
Mulligan: “Ho mandato una cassetta ed ero molto nervosa perché sono registi di altissimo livello. Ma anche gente adorabile e interessante. È stato un periodo affascinante, vederli fare musica e parlare del film. Quanto al personaggio. Beh, Jean è una donna pratica, praticamente l’opposto di Jim. Lei capisce che Davis ha più talento lei, ma anche lei preferisce sopravvivere”.

Timberlake: “È facile stare con i Coen, l’unica cosa che davvero interessa loro è il film, la temperatura è sempre perfetta, ma sono anche sostenitori, ti fanno sentire che credono in te, ti rendono in grado di fare bene il piccolo o grande personaggio. Vengono a ogni ripresa, danno piccoli consigli, danno vita a un ambiente creativo. Anche se la sceneggiatura è così buona che non vuoi toccarla hai la libertà di usare il ritmo e la fisicità”.

Justin Timberlake, il cinema è una carriera quasi a tempo pieno ormai.
“Ogni giorno mi piace e mi sorprende. Risponde alla mia continua ricerca di fare cose nuove, trovare fonti di ispirazione. È stato divertente recitare il sociopatico di The Social Network e poi Jim in questo film, che è l’unico davvero onesto del trio. Sono passato da un personaggio che letteralmente non dice nulla che non sia una menzogna a un altro che non sa dire che la verità. E poi, sul set con i Coen ci siamo davvero divertiti, la sera andavo a casa felice, e questa la considero già una piccola grande vittoria”.

La Repubblica



Rumours di problemi e bambini
Data: February 10 2014 | Autore: Monalisa | Categorie: ArticoliGossipJustinNews | Commenti: 0

The Sun: la nonna di Justin rivela che ci sono difficoltà nel matrimonio

Il matrimonio di Justin Timberlake è ‘in forte difficoltà ” dice sua nonna.

Il cantante – e – attore e la moglie Jessica Biel – che ha sposato nel mese di ottobre 2012 – spendono un sacco di tempo separati a causa delle rispettive carriere e la nonna Sadie Bomar è preoccupata che la distanza possa andare a danneggiare il loro rapporto.
Ha detto: ” Sono sposati ma sono così occupati , entrambi, è difficile.

” Sono sicura che quando sarà il momento giusto di avere figli li avranno, ma non ora .

” Si amano con tutto il cuore , ma sono separati così tanto che sarà difficile per loro. ”

Sadie dice che Jessica trova la distanza particolarmente ” dura ” , ma lei spera che la coppia possa superare i loro problemi – a patto che trovino più tempo per l’altro .

Ha aggiunto al quotidiano The Sun : ” Penso Jessica scopre che è davvero dura. Lei è parecchio da sola.

” Se lui non tornerà la notte quello metterà a dura prova le cose , naturalmente “.

” E ‘difficile andare avanti, ma bisogna avere fede per andare avanti.

” Ho fiducia in loro e credo che si amino con tutto il cuore , ma so che hanno bisogno di tempo insieme.

Contact Music

Justin e Jessica stanno provando ad avere un bambino

Un blogger ha scritto che dopo i rumours di separazione, secondo un nuovo rumour la coppia sta invece così bene che stanno provando attivamente (scritto in maiuscolo) di far rimanere Jessica incinta e che fonti vicino alla coppia confermano.

Source

Inoltre, Life & Style ha scritto un articolo riportando che stanno provando ad avere un bambino da Settembre ma non siamo ancora riusciti a recuperarlo.



Happy 33rd Birthday JT!
Data: January 31 2014 | Autore: Monalisa | Categorie: JustinNews | Commenti: 0

 photo happybdayjustin_zpscb873592.jpg

 

 

Tanti auguri di compleanno al nostro Justin, spero che possa passare una bella giornata con i suoi amici e familiari.



Luglio 20 – Legends of the Summer Tour – New York
Data: August 5 2013 | Autore: Monalisa | Categorie: ConcertiGalleryJustinNewsTourVideo | Commenti: 0

La seconda tappa si è svolta allo Yankee Stadium a NY. Frontin e Let The Groove Get In sono state eliminate dalla scaletta. Timbaland è salito sul palco per SexyBack e Alicia Keys l’ha fatto per Empire State Of Mind.

Photobucket

Thanks to jess



Luglio 17 – Legends of the Summer Tour – Toronto
Data: August 5 2013 | Autore: Monalisa | Categorie: ConcertiGalleryJustinNewsTourVideo | Commenti: 0

La prima tappa del tour si è svolta a Rogers Centre a Toronto. La performance di Young Forever è stata dedicata a Trayvon Martin.

Photobucket



Justin nella lista Time 100 del 2013 & Time Gala Coverage
Data: May 9 2013 | Autore: Monalisa | Categorie: ArticoliAwardsEventsGalleryIntervisteJustinMediaNewsVideo | Commenti: 0

Time ha presentato la sua lista annuale delle 100 persone più influenti nel mondo e Justin compare nella sezione delle Icons.

Icons

Malala Yousafzai
Lena Dunham
Mario Balotelli
Peng Liyuan
Aung San Suu Kyi
Omotola Jalade-Ekeinde
Lindsey Vonn

Justin Timberlake
Gabrielle Giffords

Beyoncé
Daniel Day-Lewis
Kate Middleton
Michelle Obama
Li Na

Time – lista completa

Time ha chiesto che per ogni nome ci fosse un piccolo articolo scritto da una celebrità. Per Justin, l’articolo è stato scritto da Stevie Wonder. Justin stesso ha scritto l’articolo per Jimmy Fallon:

We met back when Justin was with ’N Sync and I played harmonica on one of their songs. I found out that his grandfather was a Baptist minister, and that’s reflected in some of the things he does musically — he obviously comes from the church, but he’s also absorbed a lot of different kinds of music: gospel, rock, hip-hop.

His star power comes from the fact that he sounds like he’s having fun when he makes music, and he can read a song—meaning as a singer or songwriter you can feel the emotion. You think, I can relate to that or I believe in that, and then the listener can feel it too. When Justin reads a song like “Cry Me a River” or “Suit & Tie,” you become part of that emotion.

I think it’s a great thing when you do the most you can with the time you have in life. Justin has accomplished a lot at a young age, taking advantage of all the possibilities, and yet he’s found time to give of himself too — he gets and gives back. He has a spirit. He does God’s work through using the most of his talent.

Jimmy Fallon just can’t help himself.

He’s a brilliant comedian. A talented musician. A spot-on impersonator. Jimmy has redefined and recharged late-night television with a genuine excitement and energy that gets under your skin.

That’s probably because watching you laugh might be the thing that makes Jimmy most happy. This explains this man’s unwavering mission to get me to break every time we do our send-up sketch of the Gibb brothers on SNL. Or why we jump all over each other’s sentences during any segment I’ve ever been a part of on his show. Jimmy’s lightning wit — mixed with a kindness you don’t normally find in comedy — is what makes you feel so comfortable having him in your home every night. And no matter where the joke goes, the audience feels like they are in on it too. That’s because Jimmy loves to share the moment.

Jimmy’s brain doesn’t stop either. He is constantly punching up jokes out loud or improvising when we are in the same room — no matter who else is around.

Picture this: I’m in the heart of an impromptu speech at my wedding reception in front of 150 guests, pouring it out to my lovely new bride. You could hear a pin drop. I paused for just a moment in between thoughts. And then there was Jimmy, shouting a joke from his seat, sparking an improv between the two of us that went on for a good five or 10 minutes and had all our guests roaring with laughter. Interrupting the groom’s speech at the wedding reception? Cracking jokes when your buddy is looking desperately for the words to say that he hopes his wife will remember forever? It turned into a moment that everyone there will remember forever. Anyone else would have bombed on that stage. And then I would have kicked their ass.

But this was Jimmy Fallon.

He just can’t help himself. And neither can we.

Il 23 aprile, Justin è andato assieme a Jessica al Time Gala:

Photobucket

Photobucket

Il giorno stesso sono usciti con i cani:

Photobucket

thanks to @nicolesnyder

Video:

Video di E!online
Video di Daily Mail
Video di Access Hollywood (intervista a Jimmy Fallon)
Video dello show di Jimmy: Ricky Gervais viene intervistato da Jimmy nel suo show e parlano del Gala, ad un certo punto Jimmy mostra una foto di Ricky e Justin assieme, fatta durante il Gala. Il pezzo è intorno al quarto minuto però consiglio di vederlo tutto perchè è divertente (e si capisce di più il senso della foto).
Video del discorso di Jimmy Kimmel al Gala: c’è il discorso di Jimmy Kimmel al Time Gala, Justin non si vede per niente ma ad un certo punto Jimmy dice “grazie Justin”, quindi forse è lui che passa il bicchiere a Jimmy (Fallon) che poi lo passa a Kimmel.



Visita della polizia a casa di Justin per errore
Data: April 12 2013 | Autore: Monalisa | Categorie: ArticoliGossipJustinNews | Commenti: 0

secondo <a title=”fonte” href=”http://www.tmz.com/2013/04/05/justin-timberlake-swatted/”>TMZ</a>, la casa di Justin ha ricevuto per sbaglio la visita della polizia. Qualcuno ha chiamato il 911 dicendo che si stava verificando qualche violenza all’interno della casa. Chi ha chiamato ha sostenuto che 4 uomini di colore sono entrati in casa, che erano stati sparati due colpi e che avevano lasciato una scatola con luci lampeggianti rosse. E’ successa la stessa cosa anche da Rihanne Diddy. Dopo poche ore dall’ “incidente” a casa di Justin è successo di nuovo a casa di Selena Gomez.
Sembra che dietro questi episodi ci siano dietro gli hacker che hanno ottenuto le informazioni finanziarie di una serie di celebrità, tra cui Michelle Obama e Kim Kardashian.

<a title=”fonte” href=”http://www.gossipcop.com/justin-timberlake-swatted-911-call-swatting-prank/”>Gossip Cop</a> ha riportato la storia di TMZ.
<a title=”fonte” href=”http://www.eonline.com/news/405522/swatting-madness-justin-timberlake-and-selena-gomez-are-latest-victims”>E!online</a>  ha scritto un articolo aggiungendo il particolare che nè Justin, nè Jessica si trovavano a casa al momento dell’incidente. Sul sito di TMZ è possibile vedere una foto delle macchine della polizia, c’è anche questa <a title=”fonte” href=”"https://twitter.com/TheyreAllWasted/status/320345794857299968/photo/1>foto</a>  sempre delle macchine.